TRATTAMENTI LASER

Oggi più che mai l’odontoiatra, per affrontare coscienziosamente la professione e ridurre al minimo il margine di errore ed il rischio di fallimento terapeutico, deve provvedere ad un continuo aggiornamento così da mantenere attuale la sua formazione professionale.

Inoltre, tende ad essere sempre più conservativa e mini invasiva grazie anche alla tecnologia che mette a disposizione sofisticati strumenti che contribuiscono a rendere gli interventi terapeutici sempre più sicuri ed accurati.

Da tempo il laser è uno strumento che trova una vasta gamma di applicazioni in campo medico e in quasi tutte le branche e specializzazioni viene utilizzato con successo.
Anche negli studi odontoiatrici, il suo utilizzo ha permesso, ai professionisti che se ne avvalgono, di migliorare la qualità delle proprie prestazioni e, soprattutto, di mettere i pazienti nella condizione di approcciarsi alle diverse cure con maggiore tranquillità, vista la mini invasività, la predicibilità delle terapie e il miglioramento del decorso postoperatorio.

Il Poliambulatorio Polis, mette a disposizione dei propri pazienti una variegata gamma di trattamenti laser comprendente:

Fotobiomodulazione

La fotobiomodulazione è una recente tecnica di stimolazione cellulare, effettuata tramite una luce da una sorgente laser che non emette calore. L’energia trasferita ai cromofori dalle emissioni laser è in grado di attivare una serie di reazioni secondarie che comportano (principalmente ma non esclusivamente) l’aumento di attività di ossidoriduzione e di trasferimento elettronico nella catena respiratoria a livello dei mitocondri, con conseguente e considerevole aumento della produzione di ATP a livello cellulare. In definitiva, si ha una maggiore disponibilità di aminoacidi e di sintesi proteica che determinano un aumento e un’accelerazione dei processi riparativi tessutali.

Desensibilizzazione dei colletti

Condizioni di eccessiva sensibilità dentale possono essere espressione di difetti congeniti dello sviluppo e maturazione degli strati di rivestimento del dente, o più spesso rappresentare la diretta conseguenza di abrasioni della sostanza dentale o di recessioni gengivali secondarie a spazzolamenti troppo aggressivi e traumatici. Il paziente affetto da ipersensibilità dentale si rivolge all’odontoiatra lamentando condizioni che possono variare dal semplice fastidio al vivo dolore e che possono insorgere in risposta a:

  • stimoli termici (disturbi compaiono nel bere o mangiare bevande o cibi freddi o caldi)
  •  stimoli chimici (disturbi compaiono nell’assunzione di cibi e bevande acide come succhi di frutta, yogurt, vino, …) 
  • stimoli meccanici (disturbi compaiono nel corso della quotidiana igiene orale, ad esempio durante lo spazzolamento)

Spesso il paziente tende a trascurare e a rimandare il trattamento e quindi la risoluzione del problema, portando così alla sua cronicizzazione e quindi alla necessità di trattamenti più prolungati e talora non ugualmente efficaci, come quando il disturbo viene ad essere affrontato al suo esordio. Il Poliambulatorio Polis propone al paziente affetto da ipersensibilità dentale una terapia laser con Giotto 810 per trattare non solo il sintomo, e quindi la sensazione di fastidio e/o dolore, ma soprattutto le condizioni di base e le alterazioni che hanno portato alla sua insorgenza.

Trattamento tasche paradontali

Tra le patologie che possono affliggere il cavo orale e i denti, la piorrea o parodontite è una delle più gravi. La parodontite è un’infiammazione dei tessuti che sostengono il dente e le strutture che lo compongono. Questa patologia provoca la perdita progressiva di questi tessuti che, ritirandosi, non svolgono più la loro funzione di sostegno e, nei casi più gravi, causano la caduta del dente. L’utilizzo del laser, grazie al suo potere battericida, consente una decontaminazione efficace e profonda delle tasche gengivali, mentre, a livello sottogengivale, agisce come naturale biostimolazione della gengiva, un’operazione che velocizza i processi di guarigione tessutale e promuove la produzione di nuova base gengivale per i denti.

Analgesico / Antidolorifico

La laserterapia serve a fornire ai tessuti energia elettromagnetica per ottenere effetti terapeutici. In particolare, la laserterapia svolge un effetto analgesico sulle fibre nervose che conducono il segnale del dolore.

Afte / Herpes

La stomatite ulcerosa è una patologia comune ad un infinito numero di persone e che interessa almeno un individuo su quattro. Queste piccole ulcere dalla forma tondeggiante si presentano sulla mucosa orale e sono circondate da un alone rossastro. Il laser, grazie alla sua capacità di sterilizzazione dei tessuti infetti e di stimolazione del processo di guarigione, risulta essere lo strumento ideale per la terapia di queste lesioni, che, se trattate nel giro di 24 ore o poco più, hanno una rapida remissione ed un’immediata riduzione della sintomatologia dolorosa, pari a quanto avviene nel decorso spontaneo dopo circa tre settimane di trattamento farmacologico. Durante lo stadio iniziale di un herpes labialis o di un’afta della mucosa orale, può essere effettuata una radiazione laser a bassa energia, completamente indolore. Grazie all’effetto della stimolazione dei tessuti da parte del raggio laser, si ottiene così una notevole riduzione della sensazione dolorosa ed una guarigione più veloce. Se le lesioni invece sono già manifeste, si ricorre ad un trattamento laser con energia più elevata, carbonizzando superficialmente le vescicole. Ciò comporta un grande sollievo, specialmente per le persone che soffrono di recidive.

 


logo_polis

Il Poliambulatorio POLIS garantisce alle famiglie l’accesso ai servizi sanitari di base a costi sostenibili

Ultime notizie